CASERTA VECCHIA (Campania)


Il visitatore che si rechi a Caserta per visitare gli splendori della Reggia vanvitelliana, non dovrebbe perdere l’occasione per effettuare una deviazione a Caserta Vecchia, un piccolo, delizioso borgo medievale che affascinò persino il colto Pasolini, che qui volle girarvi molte scene dei suoi film.

Il borgo, affacciato da un colle sulla pianura, fu fondato dai longobardi di Capua nel secolo VIII, e conobbe un periodo di relativo splendore nei sec. XI-XIV. Al margine dell’abitato, che conserva molte case medievali, si alzano le rovine del castello, che risale, forse, al IX secolo.

Al centro dell’abitato sorge la Cattedrale, compiuta nel 1153, nella quale si fondano elementi di architettura romanico-pugliese, arabo-sicula e benedettina. Il motivo di archetti intrecciati della decorazione della facciata, si ripete nel campanile, del 1234, e, all’interno, nel transetto e nel tiburio ottagonale, risalente al 1200. L’interno è a tre navate su colonne antiche, e conserva un pergamo ricomposto nel ‘600 col più antico materiale originario. Dietro la cattedrale è la chiesetta dell’Annunziata, costruzione gotica della fine del ‘200.


 

You might be interested in