CATANIA

Regia: Gigi Oliviero


   

 

 

 

 

Dall’Etna è naturale la discesa verso Catania, dove proprio una scultura di un elefantino di epoca romana, realizzata con la pietra lavica del vulcano, è il simbolo della città. Siamo in piazza Duomo, dominata dall’antichissima chiesa risalente all’anno 1000 e ricostruita dopo il devastante terremoto del 1693. Di fronte al Duomo la celebre Fontana dell’Amenano, che utilizza le acque di un fiume sotterraneo. Da qui ci si immerge nella vivace e colorata vita cittadina, in particolare nella Pescheria, un suggestivo e rumoroso mercato, dove esplode tutta la vita e il folclore dell’isola.


Innumerevoli gli angoli da non perdere in città, come la Collegiata, splendido esempio di tardo barocco… o la solenne struttura di Castello Ursino, fatto erigere da Federico II nella metà del 1200… fino alle importanti testimonianze romane, come l’Anfiteatro, realizzato con lo scheletro in lava e il rivestimento in marmo… e lo splendido Teatro Romano, ormai inglobato ad edifici moderni, ma ancora perfettamente conservato.


 

You might be interested in