CYBEROMA: Foro di Augusto

Regia: Gigi Olivero


Il filmato è tratto da “CYBEROMA” scritto e diretto da Gigi Oliviero, un grande documentario archeologico sulla Roma Antica, che vita la zona archeologica centrale di Roma (Foro Romano, Fori Imperiali, Palatino e Colosseo) con spettacolari ricostruzioni grafiche in 3D dei principali monumenti. Il filmato è presentato e commentato (anche in video) da Claudio Capone, celeberrima voce televisiva di Quark.


        I Fori Imperiali nacquero con un preciso piano urbanistico, che tendeva a creare centri di interesse comune, dove il popolo potesse partecipare alla vita pubblica. Erano quindi luoghi molto ambiti dai potenti dell’epoca, che vedevano in essi la possibilità di manifestare e celebrare al massimo il loro potere. Non ci si deve quindi meravigliare che personaggi come Cesare e molti imperatori spendessero cifre immense per acquistare i terreni ed edificarvi superbe costruzioni.


    

Anche il grande Augusto, il primo imperatore di Roma, volle edificare un suo Foro. Esso, anzi, nacque da un voto fatto molti anni prima alla vigilia della battaglia di Filippi, quella in cui in cui morirono Bruto e Cassio, gli assassini di Cesare. Il FORO DI AUGUSTO fu inaugurato nel 2 a.C. Non era maestoso come quello che costruirà Traiano, ma era dominato da uno splendido tempio, dedicato a Marte Ultore, cioè vendicatore. Tutto il complesso nacque come centro rappresentativo, destinato a glorificare l’imperatore e la sua potenza.


  

Qui si riuniva il Senato per le dichiarazioni di guerra e di pace, sul suo altare i governatori consumavano sacrifici prima di partire per le provincie, qui inoltre venivano innalzate le statue dei generali vincitori e le cariatidi che simboleggiavano le nazioni sottomesse. Le dimensioni del Tempio erano notevoli, come dimostrano tre delle 8 enormi colonne corinzie originarie che sono giunte fino a noi, alte ben 15 metri! Il tempio era sede dei sacerdoti di Marte, che vi celebravano vari riti, ed era anche utilizzato dai senatori per custodire, in apposite casseforti, i loro beni.


You might be interested in