DUOMO DI MONREALE (Sicilia)


Siamo alla periferia di Palermo, su una dolce altura dalla quale la città appare sfumata e lontana. Qui, nel 1174, re Guglielmo II pose le basi per un Duomo che sarebbe divenuto uno dei templi più splendidi della cristianità, quello di Monreale. L’esterno della basilica è massiccio e uniforme, poco valorizzata anche dallo stretto contesto urbano in cui è inserita, e che non ne valorizza immediatamente l’importanza

La stessa facciata, semplice e priva di particolari elementi decorativi, sembra voler nascondere quello che ci apparirà all’interno. Eppure, sotto gli archi delle tre absidi centrali, si apre la prima meraviglia: una stupenda porta bronzea, la “Porta regum”, adornata da 42 formelle ad alto rilievo”, realizzata, nel 1186, da Bonanno Pisano, l’architetto che aveva iniziato, 12 anni prima, la costruzione della Torre di Pisa.

Ma dove la cattedrale esplode letteralmente di bellezza è al suo interno, completamente decorato con il più completo ciclo di mosaici bizantini mai giunto fino a noi. Essi ricoprono ogni angolo delle pareti, con un’estensione di quasi 6500 metri quadrati (addirittura superiore alla Basilica di San Marco di Venezia!), che raccontano storie del Vecchio e del Nuovo Testamento, in una visione di sfolgorante e finissima bellezza, impreziosita da un’eccezionale quantità di purissimo oro zecchino che fa da sfondo a tutta la rappresentazione.

Su tutto domina, con un’immagine che già abbiamo ammirato in altri ambienti della città, una bellissima immagine del Cristo Pantocratore benedicente.

Le testimonianze d’arte del Duomo non si fermano al suo interno. Accanto alla basilica, infatti, potremo visitare un’altra meraviglia, il chiostro dell’annesso convento benedettino, un luogo che, nel suo genere, ha davvero pochi rivali al mondo. Perfettamente quadrato, misura 47 metri di lato e rappresenta un perfetto esempio di architettura romanica siciliana. Il chiostro comprende 228 colonnine binate, tutte diverse una dall’altra, incrostate d’oro e decorate a mosaici e pietre preziose finemente lavorate a bassorilievo che fanno, di questo straordinario luogo di pace, una visita artistica colta e raffinatissima.

You might be interested in