FOLIGNO (Umbria)

    

Foligno è uno dei rari centri storici dell’Umbria edificato in pianura, sorto come è sulle rive del Topino là dove il fiume sbocca nella valle. La zona vide prosciugare grandi aree paludose con interventi successivi, prima in epoca romana, poi nel XV e XVI secolo fino a quelli definitivi nell’ 800.

Centro della città è Piazza della Repubblica che presenta, nel suo attuale assetto, una sagoma allungata e l’innesto di quattro strade agli angoli, rispondendo ai canoni più generali con cui tra il XII e il XIII secolo venivano progettate molte piazze comunali umbre.
Su di essa si affacciano il Duomo, il Palazzo Comunale eretto fra il 1262 e il 1265, il Palazzo Pretorio, il Palazzo Orfini, del 1515, e il Palazzo Trinci, che conserva tracce delle belle decorazioni e alcune sale pregevolmente affrescate.


  

Il Duomo  venne fondato nel 1133, ma conserva pochi elementi di quel primo edificio. La facciata principale ha subito dei rifacimenti successivi mentre l’interno è stato completamente ristrutturato in epoca moderna. Solo la facciata del transetto sinistro si è mantenuta, almeno nella parte inferiore, nell’aspetto originariamente pensato dai magistri Rodolfo e Binello nel 1201.

La parte superiore della facciata con il timpano, il sottostante rosone e le bifore che lo affiancano è stata ristrutturata in epoca gotica e successivamente.
Al centro della facciata si apre una loggetta su colonne binate, elemento molto comune nel romanico umbro.
Altri elementi caratteristici in particolare del romanico spoletino sono i due rosoni che affiancano l’apertura centrale.

Visita obbligata sarà poi quella alla chiesa romanica di Santa Maria Infraportas.
E’ caratterizzata, oltre che dagli affreschi del 400 e del 500, dalla bella torre campanaria e da un portico del XI secolo.

A soli 6 km dal centro l’abbazia di Sassovivo. , la seconda invece si ricorderà per il chiostro romanico duecentesco su 128 esili colonne e per l’atmosfera mistica che si respira negli ambienti benedettini.

Fra le più importanti manifestazioni organizzate in città merita senza dubbio una nota particolare la Giostra della Quintana, un momento dell’anno in cui tutta la città ritorna al suo antico splendore medievale.

You might be interested in