GELOSIA (Terzo atto)

 


Liberamente tratto
da “CANI E GATTI” di E. Scarpetta
Regia: Andrea Costantini

TERZO ATTO


​​​La commedia
Il lavoro è tratto da “Cane e gatte”, una delle più divertenti commedie del grande Eduardo Scarpetta, ancora di sorprendente attualità e che conferma ancora una volta la validità del teatro di grande tradizione napoletana.
La trama è una sorta di pochade in salsa napoletana che tratta con disarmante attualità un tema molto attuale, la gelosia fra coniugi e l’istituzione del matrimonio. Spetterà a un’amabile coppia di anziani coniugi fingere di litigare in continuazione per salvare il matrimonio della bizzosa e gelosissima figlia in perenne scontro con il marito.
​Non mancano poi alcune irrinunciabili figure, i domestici scaltri, una vedova allegra, un ricco avvocato mammone, un fratello nullafacente e scialacquatore, ma fra la gelosia, gli equivoci e l’ombra di un insospettato tradimento, la ricostituzione dell’ordine finale è garantito e il nucleo familiare è destinato a trionfare. Almeno temporaneamente.



​NOTE CRITICHE
Si parla del sentimento della gelosia, chiaramente nella forma più esagerata e colorita..
Se il motore della trama è una passione senza tempo, la gelosia, i sentimenti rappresentati, e che trionfano nel lieto fine, possono sembrare d’altri tempi a noi, spettatori abituati alle rappresentazioni drammatiche della crisi della famiglia odierna, in particolare in ambito cinematografico. Eppure quei sentimenti d’altri tempi sono attualizzati da una consapevolezza molto contemporanea e ripetuta nella morale finale: quella dei nostri limiti relazionali, che ci dovrebbero, secondo Don Salvatore, rendere più tolleranti e meno pretenziosi nei confronti delle dolci metà. Insomma un invito a guardare la limitatezza dell’essere umano con un sorriso invece che con la rabbia.


 

 


L’attrice: MARINA LEONI

Nata e residente a Roma, è laureata in Storia e Filosofia presso l’università La Sapienza di Roma.
Dopo una breve ma intensa stagione lavorativa nel cinema come segretaria di edizione, nell’85 le viene affidato l’incarico di segretaria di produzione nella produzione televisiva “Luma Film” specializzata in documentari turistici e ambientali, molti dei quali vanno in onda sui canali Rai e privati (Sereno Variabile, Alle falde del Kilimangiaro, Sky, Geo&Geo ecc.).

Nel ’98 approda al laboratorio teatrale romano A.R.T.E che frequenta per due anni. Successivamente le è di valida esperienza l’attività svolta nella Compagnia del Poligrafico dello Stato con la quale si esibisce presso il teatro “La Casina”. Nell’anno accademico 1999/2000 ricopre l’incarico di insegnante nel laboratorio teatrale per bambini allestito presso il centro artistico “ARTE DANZA”.
Negli anni 2001-2003 ha collaborato in qualità di attrice in varie rappresentazioni teatrali con la compagnia del teatro “LE SALETTE DI BORGO”, e sempre nel 2003 ha partecipato al laboratorio teatrale sovvenzionato dalla XVII Circoscrizione di Roma e condotto dal regista Mario Grossi, docente ordinario di Cinematografia e Teatro presso gli studi di Cinecittà, con cui ha interpretato recentemente brani tratti da opere di Shakespeare e di Molière (Tra gli altri autori interpretati: Goldoni, Cocteau, Campanile, Valentine, J. Osbome, Woody Allen, Eduardo De Filippo).

Nel 2006 ha partecipato alla Rassegna annuale del teatro “La Cometa”, ottenendo una lusinghiera affermazione nel lavoro di Mel Brooks “Frankenstein Junior”.
Nel 2008, nel quadro della manifestazione culturale estiva, promossa dal XVII Municipio presso i giardini di Castel Sant’Angelo, ha interpretato il personaggio di Clitemnestra nell’Orestiade di Eschilo.
L’ultimo suo lavoro è un’altra, celebre commedia di Eduardo, Natale in casa Cupiello, diretta da Gigi Oliviero, in cui interpreta il ruolo della protagonista Concetta.


 

You might be interested in