iCorti: GIU’ PER LE SCALE


Titolo:  GIU’ PER LE SCALE
di  Piero Azzali – 1985

​Con: Anna Galiena, Claudio Angelini
Operatore: Gianfranco Noferi
Luci: Sergio Rera
Durata: 9′

TRAMA: Lui vuole lasciarla e andarsene, lei cerca in ogni modo di trattenerlo.
Ce la farà?


Prodotto da: LIBERA UNIVERSITA’ DEL CINEMA DI ROMA (L.U.C.) – Via di Villa Belardi, 44 – 00154 Roma – Tel. 06.45434932 – 349.7123993

La Scuola nasce nel 1983 dalla volontà di alcuni cineasti che hanno fatto la storia del Cinema come Cesare Zavattini, Alessandro Blasetti, Leonviola e Sofia  Scandurra, per formare nuovi registi del cinema professionale.

Da anni la LUC si occupa di formare ragazzi giovani nel campo cinematografico permettendo loro di provarsi, sbagliare, correggersi e riuscire, collaborando con i docenti al nostro unico obiettivo:”formare un regista!”. Una scuola pratica dove “IL CINEMA S’IMPARA FACENDOLO”, sotto la guida di docenti, tutti professionisti, che operano da oltre trent’anni nel settore cinematografico e televisivo.

Tra i nostri docenti annoveriamo alcuni vincitori di importanti premi, come il David di Donatello, il Leone d’Oro di Venezia e alcune Nomination all’Oscar.

                                        ​www.universitadelcinema.it –  info@universitadelcinema.it   –   Vai al promo della Scuola 

               Sofia Scandurra         


   


Foto

Il giudizio di GIGI OLIVIERO


Non è girato male questo “inseguimento” al compagno che sta scappando, fatto da un’attrice che avrebbe fatto strada, una bellissima Anna Galiena (tanto bella e sensuale che fa pensare che deve proprio avergliela fatta brutta al suo compagno per farlo scappare così…).
Malgrado i mezzi tecnici primitivi, il filmato (forse un po’ lungo, data l’azione molto ripetitiva, quasi 10’) è girato bene, con ritmo e con un’attenzione agli sguardi che sostengono tutta l’azione anche senza che venga detta una sola parola. Certo, manca il classico finale a sorpresa, e questo attutisce un po’ l’emozione finale, ma nel complesso il regista ha dimostrato di avere già un bel mestiere.
VOTO: ***


 

You might be interested in