iCorti: LE TRE VERITA’

         


Titolo:  LE TRE VERITA’
Regia: Cristian Di Croce
​Durata: 34’20”

Trama: Lei e due lui. Un triangolo inquietante e perverso. Chi vincerà?


Prodotto da: LIBERA UNIVERSITA’ DEL CINEMA DI ROMA (L.U.C.) – Via di Villa Belardi, 44 – 00154 Roma – Tel. 06.45434932 – 349.7123993

La Scuola nasce nel 1983 dalla volontà di alcuni cineasti che hanno fatto la storia del Cinema come Cesare Zavattini, Alessandro Blasetti, Leonviola e Sofia  Scandurra, per formare nuovi registi del cinema professionale.

Da anni la LUC si occupa di formare ragazzi giovani nel campo cinematografico permettendo loro di provarsi, sbagliare, correggersi e riuscire, collaborando con i docenti al nostro unico obiettivo:”formare un regista!”. Una scuola pratica dove “IL CINEMA S’IMPARA FACENDOLO”, sotto la guida di docenti, tutti professionisti, che operano da oltre trent’anni nel settore cinematografico e televisivo.

Tra i nostri docenti annoveriamo alcuni vincitori di importanti premi, come il David di Donatello, il Leone d’Oro di Venezia e alcune Nomination all’Oscar.

                                        ​www.universitadelcinema.it –  info@universitadelcinema.it   –   Vai al promo della Scuola 

               Sofia Scandurra         


   


Foto

Il giudizio di GIGI OLIVIERO


Questo è davvero un bel corto. Una storia intrigante ed erotica senza mai cadere nella volgarità. Misurato come tempi, ottima ambientazione, fotografia bella e curata, montaggio impeccabile, personaggi belli (soprattutto lei…). Una storia reale, una regia che sa mescolare con bravura (e anche furbizia) realtà e fantasia delle menti dei protagonisti, intrecciandole alle loro verità, le loro menzogne, le loro delusioni. Non è facile far arrivare tutto questo in pochi minuti. Bravo quindi all’autore.
Solita notazione per i ragazzi (oramai certo un po’ noiosa ma inevitabile): state attenti al sonoro e al missaggio. Non riuscire a capire una battuta (o peggio essere costretti a modificare il volume col telecomando) è sempre un brutto errore tecnico e una frattura nel racconto emozionale.
VOTO: ****


You might be interested in