iCorti: PAPA’ VA IN TV

           


Titolo PAPA’ VA IN TV
Regia: Irma Isela Gomez – 1996
Da un racconto di Stefano Benni

Con: Riccardo Barbera, Lina Bernardi, Pier Giulio Cantarano, Piero Caretto, Nino D’Agata, Riccardo Deodati, Cristina Giordana, Matteo Pompili, Martina Indiveri, Laura Nicolò, Gaetano Varcasia
Sceneggiatura: Irma Isela Gomez, Sergio Russo
Direttore della fotografia: Sergio Russo
Organizzazione: Fulvio Sturniolo
Fonico: Jessica Giaconi
Scenografia e trucco: Arzu Volkan, Erika Pascucci, Francesca Dantone
Aiuto regia: Paola Jobim
Edizione: Alonso Bayona
Foto di scena: Ram Nayar
Segretaria di produzione: Francesca Dantone
Operatore: Diego Faccin
Assistente alle luci: Tamer El Boustany
12’40”

TRAMA: Lui smaniava da tempo di andare in televisione per farsi vedere dalla famiglia. Non immaginava certo che sarebbe stata l’ultima volta…


Prodotto da: LIBERA UNIVERSITA’ DEL CINEMA DI ROMA (L.U.C.) – Via di Villa Belardi, 44 – 00154 Roma – Tel. 06.45434932 – 349.7123993

La Scuola nasce nel 1983 dalla volontà di alcuni cineasti che hanno fatto la storia del Cinema come Cesare Zavattini, Alessandro Blasetti, Leonviola e Sofia  Scandurra, per formare nuovi registi del cinema professionale.

Da anni la LUC si occupa di formare ragazzi giovani nel campo cinematografico permettendo loro di provarsi, sbagliare, correggersi e riuscire, collaborando con i docenti al nostro unico obiettivo:”formare un regista!”. Una scuola pratica dove “IL CINEMA S’IMPARA FACENDOLO”, sotto la guida di docenti, tutti professionisti, che operano da oltre trent’anni nel settore cinematografico e televisivo.

Tra i nostri docenti annoveriamo alcuni vincitori di importanti premi, come il David di Donatello, il Leone d’Oro di Venezia e alcune Nomination all’Oscar.

               Sofia Scandurra                                                        ​www.universitadelcinema.it –  info@universitadelcinema.it   –   Vai al promo della Scuola  

 


   


Foto

Il giudizio di GIGI OLIVIERO


​Vorrei essere particolarmente aperto verso questo corto, proprio considerando la povertà dei mezzi con cui è stato girato nel 1996. D’altronde la brava regista Isela Gomez dimostra di avere le idee chiare su come si racconta una storia e ci dimostra ancora una volta che il cinema non è certo un mestiere da soli maschi, viste quante ragazze (anche nella scuola di Sofia Scandurra) hanno dimostrato un talento spesso molto superiore a tanti loro colleghi-amici.
La nostra bravissima regista è riuscita a costruire una storia surreale, ma condita con sprazzi di un umorismo che non fa mai male, infarcita di personaggi delineati tutti con acume, bambini compresi.  Il tutto in una situazione tragica e paradossale che prende in giro con intelligenza e sarcasmo il devastante rapporto che c’è oramai fra pubblico e televisione, in cui la voglia di apparire rende disumani e aridi anche le persone più vicine fra loro.
Ricco di ambienti, situazioni, dialoghi e notazioni. Davvero un corto d’autore.
VOTO : ****


 

You might be interested in