iCorti: UVA, LA DISFIDA DI TORCIARA


Titolo: UVA, LA DISFIDA DI TORCIARA
​di Luca e Marco Mazzieri

Scritto e sceneggiato da Luca Mazzieri
Con: Adriano Lari, Giacomo Monica, Ettorina Cacciani, Andrea Bellanova
Operatore: Alessandro Monese
Trucco: Graziella Galassi
Durata: 30′

TRAMA: L’allegria, le rivalità e le banalità di una piccola comunità dove il vino la fa da padrone…


 

Prodotto da: LIBERA UNIVERSITA’ DEL CINEMA DI ROMA (L.U.C.) – Via di Villa Belardi, 44 – 00154 Roma – Tel. 06.45434932 – 349.7123993

La Scuola nasce nel 1983 dalla volontà di alcuni cineasti che hanno fatto la storia del Cinema come Cesare Zavattini, Alessandro Blasetti, Leonviola e Sofia  Scandurra, per formare nuovi registi del cinema professionale.

Da anni la LUC, oggi diretta da Fiorenza Scandurra, si occupa di formare ragazzi giovani nel campo cinematografico permettendo loro di provarsi, sbagliare, correggersi e riuscire, collaborando con i docenti al nostro unico obiettivo:”formare un regista!”. Una scuola pratica dove “IL CINEMA S’IMPARA FACENDOLO”, sotto la guida di docenti, tutti professionisti, che operano da oltre trent’anni nel settore cinematografico e televisivo.

Tra i nostri docenti annoveriamo alcuni vincitori di importanti premi, come il David di Donatello, il Leone d’Oro di Venezia e alcune Nomination all’Oscar.

           Sofia Scandurra                                    ​www.universitadelcinema.it – info@universitadelcinema.it– Vai al promo della Scuola 

              


   


I giudizi di GIGI OLIVIERO


Ricordo ancora con piacere i due gemelli Luca e Marco Mazzieri, due bravissimi e gentili ragazzi emiliani che furono tra i primi allievi di talento della Scuola di Sofia Scandurra. Sognavano di fare i registi d’autore e si davano da fare in tutti i modi per studiare, creare, scrivere e collaborare con entusiasmo con noi docenti. Mi piaceva anche (e devo dire mi affascinava) questa loro capacità di andare d’accordo e lavorare assieme. Io, lo confesso, sono sempre stato individualista come regista. Adoro le troupe e le collaborazioni, ma trovo molto difficile creare qualcosa a quattro mani, quindi ho visto sempre come “speciali” gli autori che, viceversa, lavorano sempre insieme (tipo i fratelli Taviani o i Cohen, tanto per c citare a caso), Devi dire che però, quando sono bravi, l’opera che ne deriva sembra sempre fatta da una persona sola, senza fratture estetiche o tecniche di nessun tipo.

Ho quindi rivisto con molta nostalgia questo loro bellissimo filmato, che dimostra che il talento non è acqua e che, se c’è, prima o poi deve uscire per forza.

Voto: *****

You might be interested in