IRAN: Isfahan (Moschea del Venerdì)

Regia: Gigi Oliviero – Stefano Carbone


    

A Isfahan, in Iran, visitiamo una grandiosa moschea, quella di Jamè, comunemente chiamata Moschea del Venerdì. Si tratta dell’edificio più antico e prestigioso della città, risalente addirittura all’VIII sec., e fondato, forse, sul sito di un Tempio del Fuoco. Continuamente allargata e abbellita fino al 1700, la moschea rappresenta un vero e proprio museo di architettura islamica, e i suoi innumerevoli ambienti mostrano testimonianze di stili compresi fra l’XI e il XVIII secolo. Si passa quindi dalla semplicità dell’era selgiuchide all’influenza mongola, per arrivare fino alle ricercatezze dello stile safàvide.

   


Attorno al più grande cortile centrale dell’Iran, si snodano quindi innumerevoli ambienti, tutti diversi gli uni dagli altri, e spesso splendidamente arredati con bassorilievi e decorazioni di grande gusto e suggestione. Un luogo di straordinario fascino, quindi, dove, dimenticata qualsiasi differenza di credo religioso, l’abitudine islamica di non utilizzare mai rappresentazioni visive delle divinità, non impedisce di ammirare gli ambienti al pari delle nostre più celebrate cattedrali. Una visita che si trasforma in un meraviglioso viaggio nel tempo, alla riscoperta di ere lontane e favolose, ricche di fascino e di mistero.


You might be interested in