ISOLA DI PONZA (Lazio)

        


22 miglia marine a sud di capo Circeo è situata una delle isole più affascinanti dei nostri mari, Ponza. Celebre un tempo per le sue cernie e il mare limpidissimo (che ne avevano fatto una delle capitali dei subacquei), l’isola vive ancor oggi intorno al suo antico porto, costruito addirittura alla fine del ‘700 dai due tecnici borbonici, Antonio Winspeare e Francesco Carpi. Oggi il porto offre ben poco riparo ai numerosi natanti che vi affluiscono nei mesi estivi, i quali potranno, viceversa trovare riparo a qualsiasi traversia in una delle mille insenature e calette dell’isola, la cui scoperta presenta infinite sorprese sempre nuove. E’ un’isola che va vissuta dal mare, percorrendo i suoi 20 Km di costa con barche anche piccole, noleggiate un po’ da tutti sull’isola. E allora ognuno potrà scegliersi la sua spiaggetta privata, o scoprire infinite grotte e calette che hanno reso questo luogo una delle isole più belle di tutto il Mediterraneo.

L’isola fu abitata già in epoche preistoriche, ed ebbe un certo splendore durante l’occupazione romana. Ne sono ancora testimonianza le grotte di Pilato, scavate nel tufo nei pressi del porto per allevare le murene, un piatto di cui i Romani andavano molto ghiotti.

L’unica vera grande spiaggia dell’isola è Chiaia di Luna, caratterizzata da una parete di cento metri a picco sul mare che offre, nelle notti di luna piena, un magnifico effetto visivo grazie alla composizione della sua roccia di colore bianco. Questa famosa spiaggia è raggiungibile comodamente anche da terra, grazie ad una galleria scavata nel tufo in epoca romana, che attraversa l’isola da un versante all’altro.

You might be interested in