LACCO AMENO (Isola d’Ischia)

            


Siamo sull’isola d’Ischia per visitare uno dei suoi borghi più suggestivi, Lacco Ameno.  Dopo la guerra il luogo (certo molto salubre come ricorda il suo stesso nome) era poco più che un villaggio di pescatori, finché l’arrivo di Angelo Rizzoli, uno dei grandi mecenati dell’isola, rese il luogo uno dei centri della mondanità italiana.

Oggi la mitica epoca degli anni ’60-70 non c’è più, e Lacco vive una serena e attiva vita turistica, con offerte alberghiere di altissimo livello, una marina semplice a dinamica e il celebre “Fungo” (uno scoglio modellato dal tempo e dal mare) che continua a far da sfondo alle più celebri foto ricordo dell’isola.


       


Una visita da non perdere, a Lacco Ameno, è quella al museo di Santa Restituta, situato nella cripta dell’omonima chiesa, dedicata alla santa patrona dell’isola. Il museo archeologico contiene una preziosa raccolta di reperti risalenti a varie epoche, da quelle neolitiche del IV millennio a.C. a quelle dell’età del bronzo, fino a reperti della dominazione greca (che proprio nel vicino monte Vico ebbe il suo primo insediamento), che testimoniano il periodo più splendido della vita dell’isola.

Domina la cittadina, infine, la Villa Arbusto, già dimora di Angelo Rizzoli, oggi destinata a parco cittadino e sede anch’essa di un bellissimo museo.


 


A due passi da Lacco la natura ci riprende la mano. Siamo a San Montano, un altro degli angoli celebri dell’isola: una piccola, splendida insenatura, chiusa da una spiaggia ricca di piscine, tanto verde e tanta voglia di mare.

You might be interested in