MARINO (Lazio)

Siamo nei Castelli Romani, per visitare uno dei suoi principali centri, Marino. La cittadina, disposta come il solito su un alto colle che domina la campagna romana, fu a lungo feudo di una delle più celebri famiglie romane, i Colonna, ed è famosa da tempo per il suo ottimo vino, celebrato in note canzoni dialettali e in una festa davvero unica, durante la quale una delle sue fontane, quella dei Mori in Piazza Matteotti, getta davvero vino al posto dell’acqua.

 

Al di là della festa, la fontana è davvero suggestiva, risale al ‘600 e mostra quattro mori legati ad una colonna, a ricordo della celebre battaglia navale di Lepanto, del 1571, in cui la coalizione cristiana europea decretò la fine della potenza marittima turca sul Mediterraneo. La fontana, insieme ad una processione annuale alla vergine del Rosario, fu voluta proprio dal trionfatore della battaglia, Marcantonio Colonna, che, al ritorno, sostò un mese nel feudo familiare di Marino.

La città mostra vari monumenti di interesse, a cominciare dal Palazzo Colonna (oggi adibito a sede municipale), storica residenza di una delle più potenti famiglie romane. Il palazzo fu realizzato a partire dal 1530 e terminato quasi un secolo dopo, e incorpora ancora i resti dell’antico castello medievale che dominava la cittadina.

Importante è poi la grande Basilica di S. Barnaba, risalente al Seicento e affacciata, come tanti angoli della città, sul bellissimo paesaggio della campagna romana.

Il maestoso interno è a tre navate e racchiude numerose opere d’arte, come questo splendido crocefisso ligneo di scuola umbra. Altre opere notevoli sono il martirio di San Bartolomeo, attribuito alla scuola del Guercino e il cenotafio barocco del cardinale Girolamo Colonna, del 1651.

Altro notevole complesso cittadino è il monastero del SS. Rosario, un severo complesso seicentesco che incorpora la Madonna del Rosario, del 1713.

You might be interested in