NAPOLI

    


Città dai mille volti, conosciuta e cantata da sempre in ogni parte del mondo, Napoli continua a sorprendere e in un certo senso disorientare il turista di ogni nazionalità che si appresti ad entrare nel suo mondo. E’ in effetti una città particolare, con quel suo variare continuo di immagini urbane, ora rumorosa e caotica, ora ampia e solare, apparentemente così superba ma pure così disponibile verso chi sappia amarla. Il panorama più celebre è quello che si ammira da Via Orazio. Sotto di noi il porticciolo di Mergellina, animato da centinaia di imbarcazioni e dal traffico ininterrotto degli aliscafi che portano i visitatori in ogni angolo del golfo. Più in là un altro porticciolo, Santa Lucia, circondato dagli alberghi più celebri, che si affacciano su via Caracciolo.

A chiudere il piccolo porto uno dei simboli stessi del panorama e della storia della città, il Castel dell’Ovo, splendida rocca medievale perfettamente conservata come tanti altri monumenti cittadini.

Ed eccoci a Piazza Trieste e Trento, il cuore della città. Da qui partono le strade più celebri del centro storico, come Via Chiaia, al cui ingresso troviamo il Gambrinus, il più celebre dei caffè napoletani, da sempre ritrovo preferito di artisti e intellettuali.

A due passi si potrà riscoprire l’altra Napoli, quella più vera, quella dei vicoli della città antica, un caleidoscopio di emozioni e immagini, il vero palcoscenico vivente di una città che sembra non voler mai smettere di esibirsi e di recitare. Ed ecco la Galleria Umberto I, una sosta obbligata per i napoletani. Un ambiente maestoso, solenne, che rivaleggia, senza certo sfigurare in quanto a sfarzo ed eleganza, con la Galleria di Milano.

E proprio di fronte il celeberrimo teatro San Carlo, inaugurato nel 1737 e ancor oggi una delle più importanti platee del mondo.

Piazza del Plebiscito è una delle più grandi e maestose d’Italia, ed è dominata dalla splendida mole del secentesco Palazzo Reale, reggia dei Borboni fino al 1860. Spettacolare e maestosa la facciata, sontuosi e splendidi gli interni, arricchiti di innumerevoli affreschi e opere d’arte.

Ma tanti altri sono i luoghi artistici da visitare in questa magica città, come il Museo Nazionale, al cui interno è conservata una delle più importanti collezioni di opere

Un’altra visione celebre della città è il possente Castel Nuovo, detto comunemente “Maschio Angioino”. Imponente e perfetto nella sua possente struttura medievale, il castello fu eretto da Carlo I D’Angiò e ricostruito nel 1442 da Alfonso d’Aragona.

Alle sue spalle si apre un altro, grande spazio urbano,  Piazza Municipio, dominata dalla possente mole della Certosa di San Martino, che fu eretta nella metà del ‘300, ma che nel tempo diventerà uno degli esempi più alti del barocco partenopeo.

Un’imponente colonna istoriata domina Piazza del Gesù Nuovo, accanto alla quale si potrà visitare una delle chiese più care ai napoletani, la basilica di Santa Chiara. La grande chiesa, purtroppo devastata dalla guerra, fu voluta degli Angiò all’inizio del 1300, con lo scopo di diventare il Pantheon dei sovrani napoletani.

Molto celebre è il chiostro dell’annesso convento, arricchito da una stupenda serie di decorazioni maiolicate di altissimo valore.

Da Santa Chiara parte “Spaccanapoli”, una delle strade più antiche e celebri. Un lungo, stretto rettilineo che ci racconta la lunga e importante storia della città. E dove potremo ammirare uno dei più affascinanti artigianati del nostro paese, quello dei presepi, la cui tradizione prosegue immutata da secoli.

Altra perla monumentale della città è la settecentesca Reggia di Capodimonte, con annessa la fabbrica di ceramiche note in tutto il mondo. Porta Capuana, infine, è un altro dei fulcri della Napoli storica, circondata dal solito, chiassoso folclore di sempre.

E infine uno dei luoghi più intimi, ma più incantati della città, la spiaggetta di Marechiaro, dove la mitica “fenestella” di Salvatore Di Giacomo, uno dei più grandi poeti della città, ci ricorda un altro dei mitici aspetti di Napoli, la sua musica.


 

You might be interested in