POMPEI: Casa della Venere in Conchiglia

Regia: Gigi Oliviero


           


Accanto alla Casa di Loreio Tiburtino si entra nella Casa della Venere in Conchiglia, riportata alla luce solo nel 1952, che apparteneva a un cittadino molto benestante.


 

 

Il nome della casa è dovuto ad un affresco che ricopre la parete di fondo del grande peristilio, e rappresenta appunto una Venere, mollemente distesa su una conchiglia, trasportata dalle onde e accompagnata da due amorini. Il dipinto è accompagnato da due riquadri, uno raffigurante Marte e l’altro una fontana immersa in una scena acquatica.


You might be interested in