POMPEI: gli spettacoli

Regia: Gigi Oliviero


I Romani erano un popolo molto amante dell’arte e dei divertimenti, e Pompei non faceva eccezione a questa regola. Esistevano due teatri, uno completamente coperto, più piccolo, che poteva ospitare circa 1300 spettatori, e un altro molto più grande, con una capienza di 5000 persone, che poteva a sua volta essere coperto con un velarium. In essi si rappresentavano commedie,  tragedie classiche e mimiche e spettacoli musicali.

 


La vera passione del popolino, però, erano gli spettacoli gladiatori, per i quali fu costruito un immenso anfiteatro (il più antico e meglio conservato giunto fino a noi). Un aneddoto, che ci tramanda Tacito nei suoi “Annales”, ci informa della passione “sportiva” che doveva animare il popolo di allora. Nel 59 d.C., infatti, una furibonda battaglia, scoppiata fra i pompeiani e i rivali di Nocera, causò un tal numero di morti da costringere il senato romano ad ordinare la cessazione degli spettacoli per ben 10 anni!


You might be interested in