POMPEI: Teatri (English Version)

Regia: Gigi Oliviero


   

Pompei disponeva di due teatri pubblici. Il più piccolo, in greco chiamato “Odeòn”, fu fatto costruire intorno all’80 a.C., a spese degli stessi duòviri che avevano regalato alla città l’anfiteatro, ed era fornito di una copertura stabile, fondamentale per la sua perfetta acustica. L’insieme, che poteva contenere circa 1300 spettatori, è armonico ed elegantissimo e non esitiamo a credere che altrettanto raffinate dovessero essere le rappresentazioni che ospitava, per lo più musicali e mimiche.


      

Il Teatro Grande fu edificato nel II sec. a.C, sfruttando una cavità naturale della collina. In età augustea fu ampliato, fino a poter accogliere ben 5000 spettatori. Era perfettamente attrezzato per ogni genere di spettacolo teatrale, compresi complessi giochi d’acqua. L’intera cavea, in caso di sole o pioggia, poteva essere coperta da un immenso velarium di tela.

 


 

Alle spalle del Teatro Grande, un vasto spazio urbano era destinato alla  Caserma dei Gladiatori  e alla Palestra Sannitica, i luoghi, cioè, dove erano alloggiati e allenati i gladiatori destinati all’arena. Oggi tutta l’area è un prezioso museo di graffiti, che ci informano della vita e della sorte di uomini spesso sventurati, ma che, in qualche caso, raggiunsero una grande fama (anche amatoria…).

 

 

 

 


You might be interested in