PONZA: il relitto della Secca dei Mattoni


Il filmato (storico in quanto fu realizzato nel 1978), ricorda il ritrovamento che fece un subacqueo di Ponza,  a 20 metri di profondità, nei pressi della Secca dei Mattoni (fra Ponza e Palmarola) del relitto di una nave vinaria romana del II sec., naufragata per aver urtato le rocce della secca.

La nave era in ottime condizioni (in quanto completamente ricoperta dalla sabbia) e conteneva almeno 10.000 anfore. Per mesi un’equipe di archeologici subacquei dell’Archeoclub d’Italia, repertarono la zona, riportando alla luce centinaia di anfore e numerose suppellettili della nave. Purtroppo, come spesso avviene in Italia, la Soprintendenza del Lazio non trovò i fondi per proseguire i lavori di recupero e la nave fi di nuovo ricoperta di sabbia in attesa di eventi migliori.

You might be interested in