REGGIA DI CASERTA (Campania)


I re che governarono Napoli dagli inizi del ‘700 all’Unità d’Italia si distinsero per il loro amore per l’arte e le cose belle. Non può quindi meravigliare che, quando Carlo III decise di costruirsi una dimora, non esitò a lanciarsi in un’impresa titanica e ambiziosissima. Come luogo fu scelto Caserta, terra amena, vicina alla città e molto adatta alla diletta caccia), come esecutore Luigi Vanvitelli, uno dei più grandi architeti del tempo. Grazie a questi presupposti e alle immense possibilità economiche, il risultato fu una delle più grandiose e spettacolari costruzioni di tutti i tempi. Il palazzo (che conta 1200 stanze e 1800 finestre!) è alto 5 piani ed è immerso in un parco spettacoloso, lungo oltre 3 chilometri. Solo per alimentare la colossale fontana che lo percorre, fu costruito per l’occasione un acquedotto lungo 40 Km.!

Lo spettacolo prosegue con la visita agli appartamenti reali. Qui, sembra di rivivere i fasti e la ricchezza di un’epoca mitica. La sala delle udienze, i grandi affreschi, gli immensi lampadari, i preziosissimi mobili, le suppellettili, le camere da letto, addirittura bagni dotati di acqua calda e fredda!. Una ricchezza e un fasto magicamente costruiti in un equilibrio artistico e di buon gusto che lasciano davvero senza fiato.


 

You might be interested in