SAEPINUM (Molise)

Siamo in Molise, per visitare un’antica e interessantissima cittadina romana, Saepinum.
La tradizione storica fa coincidere l’evoluzione dell’area, poi soggetta al municipio romano, alla costante dei traffici della transumanza.

Lo stesso nome latino Saepinum sembra derivare da saepio cioè recinto e doveva riferirsi ad un’area che intorno al IV secolo a.C. era adibita dagli antichi abitanti a luogo di scambio di mercanzie ed animali. L’intera area era soggetta al controllo del centro fortificato posto sulle alture e denominato, in epoca posteriore a quella romana, Terravecchia.

La città sorge a ridosso di un incrocio formato da un  percorso proveniente dal fiume Tammaro e diretto verso le alture del Matese e da un importante tratturo, il Pescasseroli – Candela, la cui direttrice di fondovalle si sviluppa parallela al massiccio del Matese, sul quale probabilmente fin dai tempi in cui l’uomo ancora non li allevava, gli animali transitavano istintivamente nelle loro migrazioni stagionali.

You might be interested in