SANA’A (Yemen)

        


Un’affascinante viaggio in una città lontana e misteriosa, San’a’, nello Yemen. Il filmato è tratto dalla serie televisiva “IL PASSATO RACCONTA”. San’a è la capitale dello Yemen dal 1990. Situata al centro di un vasto altopiano, è cinta da mura e con tipici palazzi yemeniti a più piani; centro commerciale, culturale ed economico del Paese. È divisa da mura interne in tre quartieri (arabo, turco ed ebreo). Secondo la tradizione la fondazione della città risale a tempi biblici; fu fondata da Sem, figlio maggiore di Noè e capostipite delle popolazioni semite. Dal 1986 è Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco.

A 15 km circa a nord-ovest di San’a, in una spaccatura della montagna giace una verde vallata fertile tutto l’anno, in cui crescono qat ed una gran varietà di frutta mediterranea. Questa è la valle chiamata Wadi Dhahr percorsa da un torrente secco (il termine Wadi significa torrente) che durante la stagione dei monsoni raccoglie le abbondanti piogge. Nella valle sorge il Palazzo della Roccia (Dar al-Hajar), uno dei siti più fotografati dello Yemen, che è diventato una specie di simbolo dell’intero paese per la sua ardita posizione. Il palazzo rappresenta l’eccellenza architettonica e mostra come la gente faccia fronte alla natura e trasformi le sue complicazioni in monumenti.


      Tutto questo appare chiaro a chiunque visiti la Wadi Dhahr; affacciandosi da una montagna si può vedere un enorme palazzo costruito sulla sommità di una montagna, nel cuore della valle che è circondata da alberi da frutta. La fama di questa valle risale a tempi passati, come indicato dai disegni ritrovati nelle rocce della valle, che hanno portato gli archeologi a concludere che la valle fosse abitata già nella preistoria.

La Dar al-Hajar è stata ricostruita attorno agli anni ’30 per volere dell’Imam Yahya, come sua residenza estiva. Oggi il palazzo è di proprietà del governo, è stato confiscato dopo la rivoluzione del 1962 ed è rimasto vuoto fino al 1990. Nel 1990 un’associazione tedesca ha finanziato la ristrutturazione del palazzo che è stato trasformato in un museo, di cui la casa è il principale reperto e dove periodicamente vengono ospitate mostre fotografiche.

La Dar al-Hajar è un palazzo a sette piani e può essere raggiunta da un cortile lastricato di pietre. Alla destra della porta del recinto vi è un albero gigante chiamato in arabo al-talooq, risalente a più di sette secoli fa, la cui circonferenza supera i tre metri. Il palazzo ha 35 stanze, una grande camera per gli ospiti e numerose sale.


Serie: Il Passato racconta
Regia: Rosario Maria Montesanti
Roberto Mezzabotta
Prodotto da: Pier Danio Forni
Produttore esecutivo: Maurizio Oliviero
Fotografia: Emilio Navarino
Montaggio: Arturo Farruggia
Musiche originali: Gregorio Cosentino
Testi: Fernando Lizzani-Chiara Giancarlini
Consulenza storica: Pier Giorgio Monti
Computer grafica: Massimo My
Voce: Claudio Capone
Località: Yemen: San’a’
Durata: 30’25”
Anno: 1993
Produzione: Chicane Srl

You might be interested in