SANT’ANGELO D’ISCHIA

     


Fra i mille borghi marinari che affollano le nostre coste, un posto particolare merita Sant’Angelo, situato sulla costa meridionale dell’isola d’Ischia. Un minuscolo e accogliente porticciolo, circondato da un grappolo di case colorate, un microcosmo di pace e tranquillità, di una bellezza struggente, dove il tempo sembra essersi fermato, e dove si circola senza fretta, a piedi o con i vecchi muli di un tempo. Il borgo sembra essere stato volutamente isolato dalla capricciosa natura dell’isola, che, dato il suo tempestoso passato vulcanico, è stata modellata in maniera multiforme e particolarissima.

Su un versante si può arrivare con l’auto al limite dell’abitato, per poi proseguire a piedi, sull’altro si è quasi del tutto bloccati dalla montagna che ci separa dalla più grande spiaggia dell’isola, quella dei Maronti, e, per raggiungerla, occorrerà prendere un taxi. Che, nel nostro caso, è un taxi acquatico, o meglio una barchetta, dotata di un piccolo fuoribordo, che, però, è utilizzato esattamente come si fa in città. Lo si chiama al volo, si divide la corsa con altri viaggiatori, si paga senza tassametro, secondo i capricci del conducente.

Ma anche quello, in ogni caso, è un modo suggestivo e inconsueto per godersi uno dei più bei panorami del golfo di Napoli.

I più fortunati potranno alloggiare nella loro barca, dopo averla ormeggiata in un porto delizioso, circondati dal rumore e dal profumo del mare e, la sera, da dolci melodie napoletane, che escono da mille localini.

Ma si potrà anche alloggiare in uno degli alberghi di ogni categoria che si affacciano sul porto. Si tratterà in ogni caso di una vacanza deliziosa e tranquilla, per di più esaltata dalla possibilità di usufruire di straordinari centri termali, dotati di piscine aggrappate al cielo su panorami mozzafiato, che faranno dimenticare il concetto di cura, per trasformarlo magicamente in grande vacanza per il corpo e per lo spirito.

You might be interested in