SIRMIONE SUL GARDA (Lombardia)


Catullo l’amò intensamente, definendola, in versi commossi, la “pupilla di tutte le penisole”. E in effetti in quest’angolo del lago di Garda, dove le acque, simili a un piccolo mare, offrono uno scenario di luminoso splendore, tutto invita alla vacanza e al riposo. Siamo a Sirmione, un luogo da conoscere, oltre che per le bellezze naturali, anche per le numerose testimonianze storiche e, perché no, per ritemprare il corpo con ottime acque ipertermali che scaturiscono dal fondo del lago.

L’ingresso al promontorio è dominato dalla bella mole della Rocca Scaligera, una poderosa costruzione di tipo veronese, con torri e mura merlate, eretta nel sec. XIII da Mastino della Scala. Più in là inizia il borgo antico, poche stradine che si affacciano su scenari sempre diversi del lago che sembra presente dappertutto.

Torniamo all’esterno, dove la rocca si tuffa in mare formando una darsena sicuramente unica nel suo genere, e spostiamoci in barca alla scoperta di altri aspetti del luogo, come i maestosi resti di una grande villa romana, coronata da olivi secolari che tuffano la loro verde ombra nell’azzurro delle acque. La villa, di prima età imperiale, ha mostrato finora ambienti sotterranei, un criptoportico, una piscina riscaldata, un’aula e un corridoio, il tutto arricchito da mosaici e innumerevoli oggetti preziosi, simbolo di un’epoca lontana e felice.


 

You might be interested in