TRANI: il Duomo (Puglia)

 


Il Duomo di  Trani, fra i massimi capolavori del romanico pugliese, fu costruita sull’antica chiesa di Santa Maria della Scala, che rappresenta la chiesa inferiore del tempio ed è la parte più antica, risalente al VII secolo.

Nella chiesa di Santa Maria erano state inizialmente riposte le spoglie di San Leucio, vescovo di Brindisi, dopo la distruzione di Canosa, il tempio era diventato il luogo di sepoltura dei vescovi di quella città. Intanto, Nicola il Pellegrino, originario della Grecia, morì proprio a Trani, sulle porte della chiesa dedicata alla Madonna, nel 1094, in occasione di uno dei suoi viaggi. Un anno dopo venne canonizzato da Urbano II e l’anno seguente, nel 1097, iniziò la costruzione della nuova Cattedrale a lui dedicata, in qualità di Santo patrono di Trani.

Gran parte dei lavori della cattedrale sono databili fra il 1159 e il 1186 e si devono al vescovo Bertrando II. La costruzione fu completata nel XIII secolo.
Nell’Ottocento la chiesa fu pesantemente manomessa; ma negli anni Settanta del Novecento, un ottimo restauro ha ripristinato le forme originali.

You might be interested in