VENEZIA


E’ oramai un’immagine mitica del turismo mondiale, eppure passeggiare lungo le “strade d’acqua” di Venezia, resta sempre un’esperienza dolce e indimenticabile. Celebrata da poeti, scrittori, artisti di ogni tempo, Venezia è la città che suscita più meraviglia, che ammalia e confonde, che stimola e rattrista. Nata dalla disperazione di povere popolazioni di terraferma, che, nel VI secolo cercarono scampo alle invasioni longobarde in un ambiente non meno ostile (fatto di isole paludose e malsane) la città, nei secoli, è riuscita miracolosamente a lievitare, fino a divenire uno dei capisaldi mondiali della cultura e dell’arte di tutti i tempi. Occorrerà certo accostarvisi fuori dei grandi momenti di turismo, percorrerla a piedi alla scoperta di meraviglie sempre nuove. Affacciarsi all’improvviso su piazzette adornate da chiese e monumenti sublimi (come San Zaccaria, Santa Maria della Salute, il Redentore), scavalcare ponti leggendari (Rialto, il ponte dei Sospiri), visitare i suoi celebri musei, ripercorrere i tanti rii e canali in gondola, l’imbarcazione simbolo della città, conosciuta già dagli inizi dell’anno 1000.

E non potremo mancare la passeggiata in Piazza San Marco con la celeberrima Basilica, il campanile, il grandioso Palazzo Ducale (sede degli antichi dogi) la continua, variegata e sbalordita umanità che la percorre senza sosta.

Sono tante le gite che si possono fare partendo da Venezia. Una delle più affascinanti è quella all’isola di Murano, celebre nel mondo per le sue fabbriche di vetri artistici. Una lavorazione che si tramanda da secoli di padre in figlio, con una tecnica codificata dall’esperienza, dall’estro e dall’arte di chi la compie. Un rito suggestivo, cui si può partecipare in silenzio, con emozione, sapendo di assistere sempre alla nascita di una nuova opera d’arte, creata con elementi primordiali e il solo impiego del fuoco e delle mani dell’uomo.

You might be interested in